Ti sogno

al mattino ridente

mi accarezza ancora la tua ombra.

Sono sicuro

nuovamente tu,

chiudo fiducioso gli occhi,

e vedo il mio cuore proteggerti

da una mente traditrice e orgiastica

pronta a chiuderti in un cassetto.

E tu, ancora così lontana

cambi, e non so come.

Non so come potresti.

Non so se vorresti.

Sulla mia pelle ancora i segni dei brividi

lasciati anni fa

mentre questo pezzo di carne che pompa vita

è lambito,

morbide lingue di feroci chimere

assaggiano la fiducia

che provo nell’amore incondizionato,

per te.

E mi sento preda