Breccia

E’ ancora presto per vedere l’alba.

Nella notte la diga si è riempita

cresciute e vertiginose le mura

si allungano per appianare ripidi costoni.

Cresce, l’abisso, cresce il riparo

di una valle d’acqua,

di sentimento che cresce,

profondo,

che pesa.

Il tuo dardo di fuoco

penetrato nel ripido cemento

crepa l’ostilit√† cresciuta senza amore.

E come un’onda

la gioia esplode da questo ventre

trascina via ogni pezzo del mio rancore,

dolce acqua bagnata dal sole.