Lividi di paura

Presagio di una morte infelice
su una pedana in rovina
dai mille assalti di un cavaliere senza scudo
Una rosa celeste in mano
Una spada insanguata di paure
Alza il pugno!
Vieni avanti e poi indietro
Salta e dimenticati di aver paura
sei ancora in tempo di vincere
Fino a cinque e poi si perde

2:35

Ho ancora tempo, ma non le forze
Alza il pugno e usa la testa!
Dimentica il ‘sempre’ per uccidere
Alza il pugno!