Cose, dette da nessuno, a nessuna donna, mai!

Sembri cambiata.
I capelli non si spargono più a l’aura,
ma sono sparsi,
a terra,
ora che te li sei strappati.
I capelli non son più d’oro,
ma di un chiaro grigio.
Un grigio cosciente,
non del tempo, non dell’era,
ma del momento.
Non sei più la stessa.
È diverso il tuo modo di cantare.
Così come è diverso il tuo modo di fare,
un tempo così Soave.
Dispensavi speranze,
nel cuore di chi ingenuamente,
con amore, ti ascoltava.
Ora l’amore non lo vuoi più.
Temevi il tempo che andava,
ora non lo temi più.
Sei viziosa,
tremendamente viziata dalla natura.
Sei diversa,
non sei più pura.
Sei cresciuta senza di me,
affianco a te.