À me

 

Cosparso di vita, nella terra dè morti.
Pioggia di pene,lava la pelle.
Ancor là é l’anima dispersa,
Al cercar l’amato piacere.

Che io mai m’inchini all’ omini forti,
Cacciator di Dame e di stelle.
Nell’ atto eroico egli dispensa,
Com’è debole dinanzi al dovere.

Né io son capace di desiderio,
Né man di vita protese,
Al cercar risposta al core.

Nell’ lottar, l’animo si fà fiero,
Che da sempre esso difese.
Purché colma di fior d’amore.