Lei fu un fiore calpestato due volte,
Temette il terzo colpo, rimase poi sempre a terra.
Si mimetizzò, perse il colore ma non evitò altre ferite.
Solo l’ultimo respiro le insegnò che così accade a tutti:
Nulla in lei respingeva l’aratro,
Nulla in lei lo attirava.

A discrezione del caso il fiore va, così come viene.