Ho una cosa grossa da dire ho

una cosa grossa da dire ho una

C O S A G R O S S A D A D I R E

 

Ma non so come la dire non so

come la dire non so come

adire a conclusione che possa

aprire il corpo e la mente

il corpo e la mente

cuore anima corpo sangue e sentire

soffio e spirito insieme.

 

Fulmine crepa muro bacio su labbra la ferita

scruto morte la crisi mi apro mi chiudo

scappo lontano faccio il giro son vicino

corro vicino e sbaglio, sono lontano.

 

Arriva la cosa grossa, sono debole la capto:

LA FERITA DÀ VERITÀ ALLA VITA!

 

In amore m’accoltellerai come

un Michelangelo furente

possa io morire ad ogni istante

ad immagine e sembiante d’un noi

che sta sparendo.

L’inferno sono gli altri -

per questo noi li amiamo.