Lo stesso respiro nel letto

troppo stretto.

i volti addolciti dal sonno e dal mattino

troppo presto.

l’ultimo.

E senza panico addormentarsi per venti minuti