nuovaneve

Troppi treni che si rincorrono

e io, forse, rimango a terra.

Ma tu sei sopra, ormai da tempo,

e allora torno sugli scalini grigi

della stazione.

Fa freddo, nella mia nuova città,

e il gelo mi mangia gli occhi tiepidi.