Ho fatto della tua faccia
brandelli di immagine
l’ho spezzettata
Naso, bocca, occhi, orecchie

Hai preso i mille volti
delle mie angosce
delle mie assenze
delle mie soluzioni

Sei diventato pensiero assillante

Perchè io ti ho dato
la possibilità
di vedermi dentro

E tu ci hai visto bene
Ed hai avuto la superbia
di sparire

Ed io ho fatto della tua faccia
brandelli di immagine
e li ho gettati in un vuoto
che neanche tu saresti in grado di colmare

Perchè
ormai
non so più chi sei