La tua richiesta
è implicita
sottesa tra le tue parole
è una pretesa

“Se mi vuoi devi essere libera”

E allora devo essere diversa
devo trovare qualcosa di nuovo
un pensiero
una voglia

il mio desiderio

E un mare mi si muove dentro
e le onde a volte salgono
diventano mareggiata
riportano a galla qualche relitto
“Io non ce la faccio”

E il vento delle tue parole
mi schiaffeggia
e cerco di trasformare
la voglia di non perderti
in un mio cambiamento

Per lasciare sulla mia pelle
un segno indelebile
di quanto tu sia importante
di quanto tu
mi sia entrato
dentro