Sai, pensavo
è un po’ da vigliacchi
sfuggirsi così

Mentirsi a parole
e baciarsi con gli occhi

Aspettare
un momento particolare
per essere certi
di sentire
e di non crollare
o di farsi del male

Ma non viverti
per una impossibilità
fasulla
per il terrore
di riscoprirsi uguali

Non viverti
non sconfiggere i tuoi terribili
“non posso”
che scuotono la terra
la tua brina
tra le dita
la tua corazza
di caramello

Non viverti
è non scoprirti
dentro
o dai vestiti
e dalle bugie

Non viverti
è non scoprirmi
nelle sfumature più profonde

Perchè
l’immagine più bella
che ho di me
ce l’ho
con te