Ανδρομάχη

Tu eroe epico
Io elegiaca relicta.
Ti saluto alle mura
baciandoti l’anima.
Preferisti l’errare all’amore
così, non più tua,
attendo svanire nel tempo
altri affetti.
Prendiamoci un ultimo sorso
di cielo.
I miei occhi di donna
soli combatteranno altri uomini.
Il mio destino lo porto impresso
nel nome e sotto le palpebre;
tu lo baciavi
addolcivi ogni sera.
Invece ora resto uccisa
dal senso del dovere di qualcun’ altro;
misuro la vita
in tutti i suoi aspetti più tragici.
Perdesti il pathos
che ti sorreggeva
nella fretta di andare.
Mio eroe epico,
di te resta soltanto
il lato patetico.