Luce Lucia

Invisibile ai più, ma non a me,

mentre scrivi i loro desideri banali

su piccoli pezzetti di carta.

Il mio cuore tagliato dai tuoi sorrisi,

ti sussurra che non c’è foglio

grande abbastanza per il mio desiderio,

non c’è penna tanto forte.

Odio, detesto il piombo dei ruoli,

e sotto il mio desiderio banale,

io brucio. Torno cenere per l’amara

coscienza che non ci scopriremo,

cenere per la dolce certezza del contatto.

Illusione esaltante, che dico, tremenda,

del tuo gesto che nasconde la fiamma.

Sento forte e profondo che potremmo

ESSERE

non solo desideri banali scritti

su piccoli pezzetti di carta.