Nella notte profonda
mi spacca
una voragine senza occhi
impregnata di solitudine nera
un cigno in riva
al mio inchiostro
era solo
una nuvola scomposta