#59

I tuoi occhi sono smeraldi
E sono zaffiri
E sono mille soli dorati
Che splendono in un mare di erba e di vento
Incorniciati da aspre montagne dolci di carbone
Ridono, ninfe affacciate sullo specchio
Al passaggio di Narciso

Come brillano le fiamme nell’incendio senza confini dell’estate
torrida
E come le loro ombre danzano nell’oscurità
Così si muovono i tuoi occhi d’ambra infuocata
Scoppiettando come cipresso nel camino
E nulla più al mondo vale la pena di essere visto
Dopo aver visitato il tempio dei tuoi occhi.

Se dovessi rinunciare alla tua vista per poter anche solo per un
attimo
Sfiorarti il cuore
Allora non esiterei a strappare la fibbia dorata dalle mie vesti
Perché se anche sbarrassi le imposte e sprangassi le porte e
coprissi ogni
Fessura di velluto nero
Sarò sempre inondata dall’immensa luce degli occhi tuoi
Che irrompono in me come sole che sorge d’improvviso dietro le
montagne
E tutto è luce