Il bello della solitudine è potersi aspettare.

Poter attendere i propri tempi,

con le proprie risorse.

Sfuggire dai consigli,

dalle aspettative,

dalle possibilità strazianti.

Il giudizio di uno sconosciuto sarà tremendo,

doppiamente tremendo,

ma nel tuo letto,

protetta da coperte e stanchezza,

con gli occhi serrati e con il cuore stanco,

tutto sfuma, evapora,

non rimane che una brutta impressione.