A.109

 



A cosa servono le stoviglie

se non hai nulla in credenza,

a cosa una lavastoviglie

se non puoi ripulirci la coscienza?

A cosa un microonde

se non puoi scaldarci il cuore?

A cosa un suv

se non puoi farci dentro l’amore?

A cosa i soldi

se non hai il tempo,

a cosa il tempo

se non hai l’amore?

A cosa l’amore

se non sai amare?



Ululato tenebroso e assordante

rimbomba nei nostri crani,

nei nostri corpi il dolore straziante

come abbaiare e ringhiare di cani.

Candela di luce abbagliante

si scoglie com’ali al sole

la nostr’anima tremolante

abbandonata, spoglia d’amore.

Ricerca tormentata del Cielo

e invana, e folle, e stanca;

oscuro, tetro è il velo

che ricopre chi così si scianca.