A.165

 

A Lorenzo



Te lo ricordi quando eravamo ancora due sconosciuti?
Ed io non sapevo che mi avresti cambiato la vita.



01000011 01101000 01101001 01100001 01101101 01100001

120 bpm



Stiamo correndo

Ma tu non smettere

 

Te l’ho detto

Già un milione di volte

 

Che a me

La tachicardia

Piace da impazzire

Riflessi



Siamo corpi

Che vuoti

Tentano di sfiorarsi

Che cercano

In altri corpi vuoti

Qualcosa con cui riempirsi

 

Non l’avete ancora capito?

Siam pieni di nulla

Per trovare qualcuno

Che nel nostro vuoto

Ci si possa specchiare



E per quelli come noi,

Che non hanno paura del buio,

Il sonno arriva sempre

Con le prime luci dell’alba

Nonostante Tutto



Perché

Nonostante tutto

Sono ancora qui



Tu però nel dubbio amami

Io nel dubbio farò lo stesso

Impalpabile



Il corpo si arrende al dolore

Impotente di fronte a tanta freddezza

E la mente brucia nei ricordi di fuoco

 

Nessuno può sentire

Di una speranza stappata la forte amarezza

Che tanto folle fa sembrare l’uomo



Lo so che è presto

Ma con te ho voglia di correre



Che siamo cenere

Ancora in fiamme

Pronta a diventare fenice



Ho parlato con il vento

Pensavo mi raccontasse di te

E invece mi ha raccontato del mare

 

Lui veniva da lì

A te non ti ha mai conosciuto

Tormento



T’auguro d’addormentarti

Ogni singola notte

Della tua vita

Con il mio pensiero

Vivo in testa

Come faccio io ora

Che quasi non dormo

 

Tu sarai

L’amore avuto

E poi mancato

Che finirà

Con il morire

 

Io invece sarò

Il tuo più grande rimpianto



Non sono le cose a cambiare

Lo è la verità

In piena



Dovresti vedermi

Come m’ha visto il mare

Libera

E piena di me

 

Dovresti vedermi

Piena di me

Senza la paura

Di correre scalza

E di graffiarmi piedi

 

Dovresti vedermi

Piena di me

 

Per ricordare

Perché ti volevi

Pieno di noi

 



Innamorati ancora

Ma non di nuovo

Perché di nuovo son le cose che si fanno da capo

Noi siamo solo rimasti a metà