A.172

 

Crollerai



Nuda alla finestra

Nudo sul balcone

Lei balla, si scalda con il gas

Chissà che passa per la testa a te

La vedi la torre? il pallino rosso nel cielo

Cosa temono quegli occhi?

Ti confidi, poi ti tiri indietro

Sei trasparente su questo balcone

Trasparente nel mio letto

Poi,

Chissà come,

Torni a fingere.

Appartenenza



Inquinamento luminoso

Luci rosse, luci blu

Luci insonni nei condomini

Alte galassie, un supermercato

Sussurri di una città che non dorme

Pianeti, stelle, un ubriacone.

Le mani che ti accarezzano,

Sono fatte di cemento, mattoni e nuvole

Briciole di persone spezzate

Coriandoli che non osano cadere

Per paura di non avere più possibilità

Di raggiungere

Il cielo.

Petali



Perderò la via di casa

Smarrirò le mie unghie tra i sussurri

Lascerò scie di rosso vivo

E sarà tuo.

Ti taglierò la testa per sotterrarla in una palude

Coprirò di fiori il prato

E quando dopo cent’anni

Seguirò le mie unghie sepolte

Sarai il fiore

Che a un altro regalerò.