A.43

 

L’étranger



Qualunque cosa abbiano cercato
i tuoi sguardi affilati,
che possano trovarla
là dove termina il deserto.

Dovunque ti stiano portando
questi binari di sola andata,
che siano lunghi
quanto i tuoi slanci di desiderio.

Per qualunque ragione debba essere
che ciò che inizia inizi al contempo a finire,
che la vita ti riservi
le più inconcludenti, infinite velleità.



Bagnato di piogge profumate
di vecchie lacrime,
mie e tue

Luminoso di soli ancora caldi
di nuove anime,
dei tuoi occhi

Abbiamo poco tempo
per smettere di piangere
per schiudere le anime

Trattieni quest’autunno!
Prima che tutto geli