A.60

 



Il passato non è una cosa seria
Si perde prima di arrivare in superficie



Dietro ai tuoi occhi di bimbo
Distese di girasoli
Davanti sempre solo il sole
le nuvole alle spalle.



Quando bimba ho riscoperto il cielo
Che non è linea d’appoggio al sole
Ma “il cielo è tutto”
Ora mi risveglio dai miei sogni
e qui i sentimenti si corrompono.



Oggi mi commuove esistere
Ho voglia di tutto.
Che mi penetri e ugualmente voglia ricevermi
esattemente come il cielo tutto celeste di oggi.
Chi ha voglia di ascoltare e con coraggio additare sé,sé per doloroso che sia?
È tanto banale quanto importante
Per questo sorridi e cambi discorso.



Cieli distesi, orizzonti solitari, mari senza fine
come questi momenti.
Si comprime in pochi istanti il senso;
Un senso.
Energia, campi magnetici e fisica
Big bang
I tuoi occhi
La guerra mondiale
Il tuo sorriso
La bomba atomica
E ti arricci i capelli.
Piccolissima io e tu così santo
a ogni bestemmia più santo.
Viene da me
Inopportuna
Ancora da me
Verità.
Grazie a dio esisti.
E gioendo del tuo sorriso
Ho gia dimenticato che non è per me.



È doloroso
me stessa
È sconosciuto
me stessa
è frainteso, è frainteso

E poi…
Urlo !
Rimette nell’azzurro e rimbomba nei miei occhi
E ancora…
essere accolta
Una volta soltanto
Io…



Io non so come altri esseri percepiscono il mondo
Ma i colori
la luce
gli spazi
i cieli
E soprattutto i fiori.

Il senso della bellezza
è dono di Dio



Il profumo salvifico della poesia
La magia floreale dei girasoli



Il sole
rende vivi i colori.
Lasciarsi penetrare
dal rosso
il giallo
ancora il verde
poi dal blu.
L’intossicazione primaverile
che allontana la mia solitudine.



Perfetto
Questo momento
Il vino
Rosso
Il nostro affetto
Bianco
Gli occhi
Nero
I miei
Blu
I nostri ritagli di mondo
Bellezza
Le nostre maschere
Giochiamo.



 

Spesso mi allontano da me stessa.

Poi qualcosa mi commuove

mi ritrovo

e piango.

Così

prometto cose che non manterró

E noi

ci allontaniamo nuovamente.

accendo una sigaretta

e ricomincio a cercarti.

 

 



Il tuo passato
marca il tuo avvenire
potrei aver contribuito
potrei contribuire
in ogni caso verrò fraintesa.
Dentro me
non c’è niente di niente.
Attimi interiori
tesori consolatori
che le parole mortificherebbero.
Ma gli spazi…
I cieli…
tutto interamente bianco.
La realtà va campita
va fraintesa.



Estatiche mattine

Concessione spontanea

In punta di piedi mi allontano dal buio

Oggi non verrò fraintesa

 



Corrispondenza

è illusione

Il mio sentire non ha eco

Oltre le parole

ci sono io

oltre quello che dici

mi cerco

noi ci prendiamo per mano

e giriamo su noi stessi

abbandonati con fiducia l’uno nell’altra

il tuo sguardo non tradisce più le mie fedi.

 



Allontaniamoci

Lasciamoci la mano.

Io ho costruito in te un monumento

Questo è ciò che deve restare.

TI tradisco vedendoti

così

Un po’ qualunque.

Per questo ti lascio la mano

E sorrido

Ora

Solo del tuo esistere

E so che tu con me.

 

 

 

 



Amo

E non possiedo.

Amo perché esiste

Amo perché esisto.

La vita

 

e  ancora  si colma il cuore.



Blu

Mi traversa gli occhi e li colora di cielo

Non c’è verità nascosta nella profondità dell’ universo

E qui si specchia