C.111

 

Tziganata amara.



Interminabili
Imperdibili
Incredibili
Indelebili
Immaginifici
Evocativi
Romanzi

Non valgono un’oncia di questa miserabile arte poetica.

Madonna.



Sfregerei volentieri il tuo volto
se mi aiutasse a capire
cosa cazzo mi gira per la testa
- ma sarebbe inutile, quindi
non mi resta che un sogno blasfemo.

Peroni Blues.



Se avessi saputo che l’amore
non era semplice come lo sognavo
avrei dedicato la mia vita
a crearmi un paradiso artificiale
di birra e buone intenzioni.

San Giovanni.



Ma dov’è che va la gente
dov’è che tanto di corsa si affretta
dove stanno andando uomini e donne
correndo a un ascensore scalciando e sgomitando?

A comprarsi un pezzo di morte, ecco dove.

Equilibrio.



In un mondo che ripudia
i maldestri e gli sconnessi
ciondolare su un filo tra le nuvole
è una scelta rivoluzionaria.

Ama, sogna, spera, piangi
e per Dio gioca in equilibrio
su quel filo. Esplora la vita,
non perderti sul selciato.

Helm.



Combatteremo ancora, amici miei?
Ne avremo la forza, l’ardore,
brillerà il nostro spirito per la voglia?
O ci aspetta una miserabile resa;
un vigliacco diniego,
il terribile momento di vederci vinti?
Il nostro tempo si decide
attorno a queste domande.

Umanità.



A quanta umanità
è stato chiesto di immolarsi
in nome di un futuro migliore,
di una condizione genuina,
di un giorno di sole?

Carne da macello,
spiriti sacrificabili.

Allo specchio.



Avvolto in quelle paure
che spesso ti hanno cullato
forse troverai le risposte che cerchi
oppure il modo per scamparne una volta ancora.

E dall’ennesimo scontro con te stesso
in due modi soltanto potrai uscirne:
forte e grande, preso atto della tua dimensione
- o miserevole, spregio dell’umana condizione.

Società.



Per sinistre vie fuggiamo
dal nostro vero interesse:
l’umanità non sa più
da cosa trae sostentamento

e nelle sue interiora
vermi putrescenti
alzano la testa cibandosene.

Cosmos.



Insegui il nemico sbagliato.

Ogni guerra mossa a motivi
diversi da morte e ignoranza
dovrebbe essere bandita.
Dovremmo lottare per mantenerci vivi
in questo infinito universo.

Rivoluzione.



Il mezzo di ogni rivoluzione
è il sogno di pochi sciagurati.
E il sogno si genera
grazie all’amore e all’immaginazione:
la rivoluzione è la forma
più immaginifica
dell’amore.

Sogna poeta.



Sogna, poeta.

Quel verso ancora da scrivere
quella poesia che esalti l’anima
quel verso che renda libero il mondo
quella poesia che abbatta gli ostacoli.

Sogna, poeta.

Quella poesia che attraversi i muri
quel verso che rubi i cuori
quella poesia che cambi il mondo
quel verso che aggiusti te.

Sogna, poeta. Sogna.

Teano.



Obbedisco a una sola regola:
quella di perseguire l’idea,
di vivere per questa.
e in mezzo ci vedo l’amore e le tribolazioni,
le guerre e tutto l’affetto di cui disponga il mondo.

William.



Avere davanti a sé
il motivo di tanti pensieri
sorrisi parole e sogni
e comprendere che il mondo
ruotava e danzava a suo modo
solo per te, per voi, per chi si vuole.

Cavalleria.



Abbiamo giostrato con l’infinito
e siamo mancati troppo spesso.
Qualcosa rimane di noi:
eco indistinte, per lo più.