C.92

 

All’ombra del primo di gennaio ti ho perduta, ma non ho mai smesso di trovarti.



 

A gennaio,ti ho trovata nelle lamine fredde dei pattini che scivolano sul ghiaccio.
A febbraio,ti ho trovata fra le parole di un esame che non volevo dare.
A marzo,ti ho trovata al parco nella urla dei bambini felici.
Ad aprile,ti ho trovata nel profumo dell’estate che si avvicina.
A maggio,ti ho trovata nella gioia inaudita dell’arrivo delle ferie.
A giugno,ti ho trovata nella nostra casa in montagna.
A luglio,ti ho trovata nella voglia di spogliarsi per fare l’amore a tutte le ore.
Ad agosto,ti ho trovata nel giorno del mio compleanno.
A settembre,ti ho trovata fra i vestiti consumati dei mercatini dell’usato.
Ad ottobre,ti ho trovata nella prima nostalgia dell’estate
A novembre,ti ho trovata negli occhi di chi spera che arrivi presto il natale.
Ho smesso di trovarti, fra lacrime e ricordi, un giorno di dicembre
ma ti ho trovata nuda nel mio letto

e non eri più tu.

G



Vorrei riportare il sole nelle tue parti buie.

Se la notte arriva e non sei pronto, non nasconderti, sorridi.

Il buio non c’è abituato alle persone felici.

Non ti far divorare, sconfiggi.

Cubicolo



Svuotala.
Riempila di buio.
Portami nella stanza.
Assaporami.
Fammi perdere tempo.
Respirami.

Il passato



Lenzuola bianche, lenzuola nere.

Io a sinistra, tu alla mia destra
appoggiato al mio seno con la leggerezza che ti contraddistingue,
immobile ad aspettare che svanisca l’effetto della serotonina,
ti perdo tra i ricordi della tua vita passata.
Ti cullo nell’egoistica speranza di essere dentro la tua testa.
Il respiro si allunga e tu te ne vai via da me.
Metaforicamente.
Come metaforicamente ti custodisco nell’angolo più prezioso del cuore.

Piazza San Martino



Vedevi palazzi dove io vedevo stelle.
Camminavamo guardando parti del mondo diverse .

24h



Alla vista inespugnabile
roccaforte di pensieri
Impenetrabile
se non con armature mentali.

Mi scontro
con i mostri che tieni al di fuori
e gentilmente domando:
“Potrei entrare?”

Tu non mi apri.
Ma è tanto grande questo castello
da farmi sospettare
che anche tu ti sia perso.

Buonanotte fantasia, a domani.

Camilla



Il tuo cuore
è di chi te lo ruba con gli occhi.
Diffida da chi ti conquista con le parole.

Sei cielo.

Banchina



Alla banchina della mia vita,
ti ho vista passsare senza salutare.

vuoto



A me e te

che aspettavamo

la primavera

insieme,

per vedere

i fiori

sbocciare

scarpe nuove



quanti passi

sei ancora lontana

dalla strada

su cui cammino

io ?