C.92

 



Alla banchina della mia vita,
ti ho vista passsare senza salutare.

Novilunio



Io ero il sole perchè tu mi davi luce.
Adesso vivo nell’ombra di me stesso.



Quando ti chiesi se potevo entrare nel tuo cuore
tu mi dicesti: “Sei in ritardo”

vuoto



A me e te

che aspettavamo

la primavera

insieme,

per vedere

i fiori

sbocciare

scarpe nuove



quanti passi

sei ancora lontana

dalla strada

su cui cammino

io ?