E.67

 

PERLA



In tutti questi troppi

fogli sparsi lassù

leggo e vedo i troppi

figli dispersi nel mai più

ora, non qui, non così.

Non più in ogni caso

dell’altro oggi.

Cosa accadde è solo un lampo

che sulla carta s’arresta

e s’imprime come uno stampo

a far da cerniera a ciò che resta.

Incerte storie, sbagliate

solo all’apparenza,

sono in verità narrate

con irreale confidenza.

Fiducia: perla rara che risplende

fin da che un granello

di mondo entrò nell’ostica

faccenda, né difficile né facile.

Ma la storia rimane espressa,

delicatamente posata

come la testa di Medusa

sul bagnasciuga.

Son così coralli, perle e conchiglie

e tante piccole meraviglie

che ancora pulsano finché

narrando ogni istante:

luna darà al mare la sua marea,

l’altra sprigionerà un simile calore,

ballando in tondo

e battendo in un istante

una bizzarra coppia

d’assi di cuori.