E.79

 

il tuttologo



l’uomo che tutto sa

una volta

chiese

solo una

 

si chiese

se fosse sbagliato conoscere

se gli altri non conoscono

 

si chiese

per una volta

una soltanto

di superbia spogliato

ma d’innocenza coperto

se sapere il nome delle costellazioni

in un mondo di ciechi

fosse sbagliato

se avesse senso cercare un senso

cercare la matematica

nei densi sentimenti

e nell’istinto

 

a stento si rispose

chinò e scosse la testa

quasi a sorridere di sè e  del mondo