F.52

 

Felicità scaduta



Quel biglietto:

antidepressivo

alla nausea della vita,

accesso

alla realtà

di un attimo di gioia.

 

Oggi l’ho visto:

etichetta

di una merenda marcita.

Grattata la muffa,

odore di marcio:

felicità scaduta.



La vita

senza te,

scorre

come l’acqua

sui vetri

quando

p

i

o

v

e.



Dicono,
che soffrire ci rende forti.
Non credere,
lo dicono perché
se sai soffrire accetti tutto,
anche loro.
Allora urla, bestemmia e piangi,
corri, picchia e bacia,
ma
non soffrire,
non soffrire
mai.