F.122

 

Ultima notte



Domani, da

quando te ne andrai

ritornerai nelle mie poesie.

Penultima notte



Stolidi sorrisi

rivedo roventi raschiare

l’ennesima illusione, di te.

Prima notte



Abbracciarsi
limitarsi l’universo
evocare nuovi spazi, insieme.