F.127

 

Tuoi



Pensieri di te

Colpiscono

Vanno via

Mancanze inspiegabili

Colpi all’anima

Pensieri di te

Trattengo il respiro

Ma non c’è aria

Quando soffi lontano

Il cuore si assopisce

Pensieri di te

Battiti acuti

Sguardo assorto

Mondi paralleli

Distanze colmate

Disarmonia



Nel silenzio vacillano tutte le certezze

Ho perso l’equilibrio

Alcool



Vuoi aggiungere

A questo equivoco

Un altro cicchetto di pensieri

Mandalo giù

Tutto d’un fiato

H



Mi manca il modo in cui

~ dolcemente ~

inquini gli spazi miei

Concediti



 

Concediti debolezza

Lacrime a cascate

Umore isterico

Non dimenticare

Di sbattere i piedi

Fare le smorfie

Le linguacce

Anche i gestacci

Lamentati

Piagnucola

Sbuffa

E poi scoppia a ridere

Per pura gioia

Ridi fino a piangere

Piangi per davvero

Per la tristezza profonda

Perditi nei pensieri

Isolati dal mondo

Poi torna a farne parte

Concediti a tutti

Celati a tutti

Esaspera il carattere

Cambialo completamente

Poi torna in te

Respira

Respira a fondo

Chiudi gli occhi

Ma non dormire

Riprendi a sognare

7.6.19



Ti cerco nel profumo di carta

Dove l’inchiostro si è impresso

Chiudo gli occhi e assaporo

L’essenza di te

Che le parole raccontano

I ricordi poi prendono forma

Volano via dalla fantasia

E mi portano al passato

A quei ricordi sublimi

E mi portano al presente

Ai desideri che fremono

E mi portano al futuro

A quei sogni che ho soltanto il coraggio di sussurrare

Sento il peso degli anni che passano



Sento nel cuore una leggerezza nuova

Data dalla comprensione

Di quello che negli anni passati

Era avvolto in una nube di incomprensione

18.2.18



Felicità
È quell’attimo che rapisce
Spazio infinito
Abitato dai sogni

6.8.18



Ferma
Fisso quel riflesso
Forse mi appartiene
Forse non più
Fisso lo sguardo perso
Frugo, ma è nascosto chissà dove
Frenesia di un respiro calmo, profondo
Forse non ho mai conosciuto nessun altro che respirasse quell’ombra di perdita
Forse era un’anima spezzata
Forse l’infanzia ha lasciato una tessera rotta, mai ricomposta

12/12/2017



Quanto male fa
La sensibilità
Dolce condanna
Che rende l’anima amplificata
Bramare il non sentire nulla
Vivendo in punta di piedi
Senza disturbare
Tranquillità apparente
Con il caos dentro

12/12/2017



Sguardi
Mancati
Abbracci
Negati
Pensieri
Erranti
Battiti
Accelerati
Gocce
Invisibili
Sensibilità
Esagerata
Silenzi
Assassini
Umore
Lunatico
Solitudine
Profonda

22/10/2018



Fasi lunari
Aspetto che cambia
Moto continuo
Rivoluzione costante
Luna nuova
Riflessione profonda
Luna crescente
Speranze di sogni
Primo quarto
Combattere se stessi
Gibbosa crescente
Accettare il passato
Luna piena
Le tenebre si acquietano
Gibbosa calante
Ferite che ritornano
Ultimo quarto
Quale faccia mi appartiene?
Luna calante
Le tenebre ritornano