F.58

 

Bologna



I portici scivolano

I poeti gridano

I vetri scheggiati

I monumenti

I graffiti

Sono secoli

Sulla tua pelle

 

Il semaforo

E’ verde

Lo sai

Ci disperde

 

Già corri veloce

Sei distante

La rondine vola

Libera sceglie

Il cielo

& sparisce

 

Fra i tetti rossi

Si ergono le torri

In Italia sono tutte storte

Le ubriache che cantano

Alle tre di notte

Ricorda il 16 Giugno a Parigi



Tu eri come la stella di mezzogiorno nella notte
Tu étais comme les fleurs dans la saison des chauds
You were like a shadow of a cat in summer.

“Combien des vies as tu?”

“I think almost four”
but
“how many green doors,
blue windows and warm lights
nous accompagne
on ne sait pas.”

“So,
How many lives have you?”

“On dirait beaucoup
mais c’est trop compliqué
à penser.”

Fa bello questa mattina.
È bella la bambina
che scende le scale
sotto il sole.