F.59

 

Th



Vorrei averti nelle mie mani

tutti i giorni

in cui io respiro e tu respiri

e sentirti respirare sulla mia pelle

tuo cuscino, tua carezza.

Vorrei sentirti ogni ora

pressante, lo so, ma non ho altre idee

perchè

saperti bene, e felice

saperti salvo, e protetto

mi fa bene e

mi rende felice, salva e protetta.

Vorrei vederti ogni minuto

perchè sessanta non bastano e così

ancora più ossessiva, di te esatto

ovunque ti vedo e ti immagino

e ti sogno

con gli occhi spalancati.

Vorrei parlarti ogni secondo

incessante secondo, interminabile

mai vorrei che finisse

che finisse la tua bellezza

e il nostro sesso, bellissimo sesso

dolce suono.

Amore mio, sì sei Amore mio

Mio amore, lontano più che mai

ma pur sempre dentro me

sei la mia prima ossessione, incancellabile

ineffabile, senza poterti dire altro

e in un altro modo.

Che ti amo, e mai smetterò

ora la mia vita è questa, inutile (senza di te)

dirti “per sempre”

perché

per sempre siamo noi.

 



Magari ci fosse

il tempo

per fare tutto,

l’unica certezza che abbiamo è

il tempo

per amare, per innamorarsi e lasciarsi amare.

Voglio dire



Soffermiamoci

S-O-F-F-E-R-M-I-A-M-O-C-I

per un secondo, cerchiamo chi abbiamo, sorridiamo a chi non conosciamo e viviamo attimi infiniti di chi ci ama.

Nomi, parole, respiri.

Teoria universale



Nulla da dimostrare, il buono lo senti

dentro:

solo tu, ed io, solo noi.

Isolati nel vuoto.