F.97

 

14



Potrei sentire ancora
Il profumo
Delle mandorle tostate
E il fritto pungente
E le rose di primavera.
Ma tutto
Scompare
Nell’odioso puzzo
Di benzina
E gomme bruciate

9



Volevo sorgere
insieme a te
Ma ormai è tardi
Le ombre si allungano.
Calato il sole
Sono solo
terra riarsa
Bagnata da scoppi
Di lacrime

8



Sei una spiga di grano
E io il vento
Che ti abbraccia
Nelle calde sere
Di fine giungo
Sapendo di non poterti
Portare via con me

4



Accoglimi
Nel tuo abisso
Come faresti
Tra le tue braccia
Non sarà
Tanto profondo
Da non vedere
Il tuo sorriso.

E se non ti cercassi più?



Rimarrebbero
Due parole non dette
E una sigaretta
Spenta male
Nel vento di una sera
Di fine marzo.
Non l’hai mai sopportato



Continui a dirmi

Che ti senti brutta

Ma sono ubriaco

Di te

E mi sembri bellissima

Ora e sempre

-0



Mi (di)struggo
D’amore
Per te

5



Più sei lontana
Più il dolore
Si fa sordo
La nostalgia
Si trasforma
Dolce malinconia
Che mi abbraccia
Nelle sere di fine inverno

2



Guardami
Il tuo sorriso
Inciso
Come una ferita
Sul mio cuore
Le tue mani
Come artigli
Dolci
Strappano carne

E io ti adoro

3



Da quando
Sei scappata
Non piango
Le lacrime
Laverebbero via
Il tuo profumo

5



Svegliarsi in Aprile

Fuori un ciliegio

Sei la mia primavera

F.97