G.72

 

Ad una di Mondeggi



Come meraviglia appari

e come meraviglia sparirai,

nient’altro posso dirti

e nient’altro capirai.



Forze oscure

da dove in dove dimmi!

Dalla terra al cielo

o dal cielo alla terra?

 

Dalla terra, dalla terra,

dalla terra sicuro,

perché volando

io li ho visti dormire

e con sobbalzo aprirono gli occhi

e mi tirarono giù.

 

Allora dimmi!

Un volar lontano

o affogar nelle braccia?

 

Aprire le proprie

per portarli nel cielo.



    Ragionate,

ma in realtà

vi portate appresso

tutta la decadenza millenaria

di poeti mercenari

che tessevano lodi

ai loro dei.

    Sporchi umani invece,

come ognuno di noi,

sono i vostri piccoli idoli

di cui non fare altro

che decantarne le gesta

dietro tavoli di conferenze

tirati su piccoli palchi

come altari

per officiare riti ripugnanti

contro spiriti ribelli

che vorrebbero, vorrebbero urlare

e all’infinito cacciarvi.