G.05

 

Sere d` estate



Mentre il sol assopisce
Dipinge di blu la sua tela
Colori di luce
Ad illuminare la luna
Protetta dalle stelle
Come regina dai suoi Alfieri
S alza mite il canto delle cicale
Ad incorniciar questo tramonto
E` un vento caldo
Quello che tocca la mia pelle
Ricorda alla mente
Le forme del mio corpo
Pervaso da luce
Si scioglie ogni dubbio
La paura scivola giu
Per tornare nel letargo
E` il calore
Padrone di questa sera d estate
Motore d ogni sensazione
La visione parziale della vita
brilla nella notte che il giorno ci regala
Un principio d amore
Orgasmo perpetuo che ci fa vibrare
Fonte di gioia
Per chi si ferma ad osservare.



L`unica verita’ assoluta e’ l`intenzione

Fade Away



Scivolano via
Dalla fitta brina che ci lega
E` pesante muoversi seppelliti nella neve fresca
Cosi il sole continua a fissare
I cristalli indifesi dal suo cullare
Scivolano via
Comete giu dall orizzonte
Come sapori accesi dal gusto d`amore
Lasciano questo spazio per tornare alla vita
Si trasformano
Scivolano via
Soffiano tra i muri
Che offuscano la nostra mente
Sgretolano sguardi di Guerra
Dipingono sorrisi
Scivolano via
E s`avvolgono nelle nostre mani
Trasportati dalla stessa scia
Mentre s`illuminano I tuoi occhi
Si colora cosi l`anima mia
Mi fermo immobile nel tuo tepor
E mi trascinano via

G.05

Ode alla ragione



O ragion di bianco vestita

Principio della mente

D`ogni essere vivente

Vita d`ogni intelletto

Armatura del sesto senso

O tu sorella illegittima del cuore

Profeta vacabondo dell anima

Riflesso sacro d un idea

Motore dell inizio

Sei l`accensione dei miei pensieri

Imprigionata dalla forma

Dall etica e dalla morale

O tu padre del comportarsi

E madre dell orgoglio

Sei la patrizia del torto plebeo

La vetta del sapere scientifico

Il megafono della conoscenza

L accelleratore del tempo

E la frizione dello spazio

O tu pastore dell ignoranza

E tempio della speranza

Tu che morte esalti

Per averti dato la vita

Ma altrettanto schivi

Per averti tolto la ragion .