G.12

 

Ein



Schadenfreude, dicono i tedeschi.
Stai godendo della mia assenza?

Eppure ancora ti aspetto,
ho comprato tutti gli ingredienti:
dobbiamo fare il pane
e diventarlo noi a nostra volta.
Per mangiarci,
per profumare di lievito,
per suggellare l’addio.

Due



Il cielo a quest’ora di primavera
si veste dei tuoi occhi
agghindandosi di bagliori viola scuro
ed è l’unico livore che mi piace.
Credo sia successo questo:
non posso vederlo, ma sono sicura
che il mio muscolo cardiaco
è solito indossare le stesse sfumature purpuree.