G.182

 

Studentessa universitaria



Ti è sempre piaciuta,

me l’hai insegnata tu.

Me la cantavi già alle medie

come se sapessi già.

come se conoscessi già la mia voglia di scappare,

la mia voglia di trovare l’America

da qualche parte che America non era per tutti.

Il sole rovente di Sicilia,

la stanzetta umida,

ce le ho.

Un padre,

come quello che paga l’affitto

alla studentessa di Cristicchi,

mi manca.

Fireworks



Tristezza,

quella della fine.

La fine di un amore,

di un sogno.

I fuochi d’artificio mi mettono tristezza,

perché segnano una fine.

E ogni volta che li vedi,

è un ciclo che finisce

Pezzi di puzzle e accendini persi per strada

Come le persone che se ne vanno.