G.43

 



Scalcia dentro di me
&
Danza freddo
Col mio Spirito

Un cielo notturno.
(bello sì e struggente, ma affilato-come-schiacciante)

Un po’ acqua, un
Po’ angelo, un po’
Madre
& un po’ assassino;

Lo strappo a metà.

Una parte ad essiccare,
Profumando le pagine di un libro

Una parte, (da qualche parte!),
A mondare la mia anima opaca,
Ridendo

Una parte a Nessuno.

 

 

Memoria



Inutile bestia,
Divora più ricordi
Di quelli che conserva.



Io, Me.
-Che sono uno. (L’Uno).

Fuori, il resto, lo
Spazio.
-Che non è nulla. (pausa)

Ma,
Che nel Suo ostinato
Non Essere
Alcunchè,

Mi costringe il petto,
Le gambe,
E pure il cazzo. (pausa)

I miei amici non ci crederanno
Mai.

Tranne

Io, Me.
(…)

Voyeurismo?



Volto le spalle
2 volte e 1/2 e qualcosa
In meno -

E quando nessuno guarda,
QUANDO NESSUNO GUARDA
Fingo di spiare
(sottovoce)*

*sottovoce