G.74

 

Ancora un’altra poesia



Vedo e sento (sulla mia pelle)
il dolore del mondo
e le piaghe che lo affliggono.
Me ne chiedo il senso ed a stento
riesco a farmi una ragione del perché un tordo
comunque ogni giorno
canta e svolazza
di qua e di là.

Il kamikaze



Il kamikaze che è dentro ognuno di noi
è quella cosa che ti spinge a farti saltare in aria.
È quella parte che resta silente
per tutta una vita.
Ma poi esce fuori, alla fine!
E non puoi spiegare perché accada
ma non crucciarti,
tutto avviene per un motivo.
E quel motivo ti spinge a volare
ancora una volta,
librandoti in aria
ti sentirai così
leggero…
che leggerezza è il più grande sinonimo di felicità!

.07



Distanti

Viviamo

D’istinti

Cerchiamo

Istanti

Distinti

Senza fiato

Senza meta

Trascinandoci a stento

Guardando in alto cerchiamo una cometa.

Ma stanotte il cielo è coperto,

E non ci resta che scrutare dentro i nostri abissi.

.06



Millenni di Muse

Quando sarebbe bastato

Che tutti ti avessero vista una volta sola.

.05



Che non parli mai di te

Di ciò che sei

Di quello che vuoi

Eppure sogni anche tu come me,

Quando si fa buio.

.04



Volevo sognare ancora di me e te

Delle vibrazioni positive

Della nostra vita insieme.

Ma ora devo alzarmi dal letto.

La mia vita

Non è mai stata più dura di così.

.03



Forse

Resterai

Ancora un attimo in più

Nei tuoi silenzi fragili

Cercherai risposte

Esaurienti per le domande banali della gente

Starai da sola con te stessa nei momenti più buii

Come per ottenere la pace, farai guerra a quegli squarci di

Amore che desideri da tutta una vita.

.02



Sarà che

Amarci

Resterà per sempre

Antidoto ad ogni veleno.

.01



La vera rivoluzione

sarà sfidare,

senza esitazione,

quegli attimi di vita che sembrano farti morire.