J.04

 

Corrispondenza



Ho con te uno scambio di lettere mai scritte

che trasforma treni persi in treni presi.

Guerra tra poveri



Il magazzino generale

ricordò al nulla tenente

di avere solo il grado

di non avere niente.

Festa d’annata



Da grande intenditore

mi avvalgo del frastuono

come metro di giudizio

per scovare vino buono.



Sarò il verbo riflessivo

che non ti aspetti

chi non muore si rivede

i suoi difetti.

A Silvia



Ci sono cose come Te e il gelato

che Leopardi non ha mai incontrato

la Domenica.



Vorrei che il mondo

il nostro amore vedesse

come un’invasione aliena.

Blocco dello scrittore



Non ho mai avuto lunghi periodi

di scarsi versi

e ancor più scarse idee

a parte quel mattino

in cui a suggerirmi di darmi una mossa

passò Godot…

False Friend



Thinking about the “Ulysses” by Joyce:

Pointless.

Contrappasso



“Tutti i bambini crescono tranne uno”

Mi disse un vecchio Peter Pan mentre io

saltando dentro una pozzanghera

non lo ascoltavo.



In questa mattina di sole nascosto

mentre formule e leggi mai evase

occupavano gran parte dei miei pensieri

ti sei affacciata dalla copertina

del mio libro blu

e con il tuo sorriso aperto e distratto

mi hai parlato di altalene.

Verba volant



Sbaglio spesso modi e tempi

ma in fondo

è tutto indicativo.