K.05

 



Truce
La luce
Che al mio occhio conduce
E la canna
Che accende
Il polmone
Distrutto.

Lo svarione
Si sa
Porta a un estremo la vita
E le cose, tutte quante,
Le rende meravigliose



Come si puó amare
Un involucro di carne,
Un busto di marmo,
Una prateria arida.

Le sue spalle,
I suoi capelli,
Opere d’arte,
Ho la sindrome di Stendhal.

Sto male, ma male
Non esce, ma descrivo
Cose belle, grazie a lei
Sono vivo? Non capisco.

Apatia



Amai (un sacco di persone)
Patii (‘sí tanto dolore)
Attesi (grande rivoluzione)
Temetti (terrore)
Indugiai (violenta lezione)
Assecondai (‘sí insensato amore)