L.58

 

Ricerca insoddisfatta



E ti vengo a cercare
Senza scuse o indecisioni
Senza stupide distrazioni
Dal bisogno che ho di te

Come un neonato cerca la madre
Come un fiore cerca il sole
Come un uomo cerca l’amore

Così semplicemente cerco te
Che sei per me
Fine e inizio di tutto
Luce e buio dell’esistenza.

Cercando ovunque
Mi accorgo infine che non sei qui

Ma come?
Ieri c’eri
Oggi no
Domani forse



Ciò che io sostengo
È che ti ho sempre amato
Anche senza averti mai visto
Senza averti mai conosciuto
Perché il mio amore va spontaneo
E naturale
Che può essere solo frutto di una congiunzione astrale
O del destino
Che ci ha voluti vicini
Sin dal primo momento in cui ho incontrato i tuoi occhi marroni.

Io sostengo che
Sulla terra non ci sia altro posto per me
Che a fianco a te 
Per tutta la vita
Che sia una battaglia 
Che sia una passeggiata.

Sostengo che non potrei mai smettere
Di amarti.
È la condizione essenziale per la vita,
La mia.

Se un giorno



Se tu un giorno decidessi che non ne vale più la pena
Di fare le ore per vederci
Di spiegarmi ciò che non capisco
Di scontrarci e poi incontrarci

E se tu un giorno decidessi di non amarmi piu
Perché è difficile
Perché non me lo merito
Perché hai da fare

Se un giorno poi decidessi che 
Un’altra fa al caso tuo
Meglio di me

Io non ne sopravvivrei

Finta indecisione



Guardare le stelle con te

Non è facile

Perché

Non so se son più belle le costellazioni

Sul tuo viso

Oppure

Quelle nel cielo.

 

E giochiamo ad indicare i disegni nel cielo

E chiamarli per nome

È facile per te che sei speciale.

 

Io guardo loro e guardo te

E lo capisco che sono più belle

le prime.