L.118

 

Mal di piedi e d’anima



E la Brigata scese per la via

Al che Il Giovane intuì espediente

Per reprimer fatica e dolor di battaglia

Barcollando con parole volgari

Racconti di rancore e magra miseria,

Di aspri rimorsi, di notti in galera

E seppur giovane l’esperienza sua

apparve, le sue parole eran ricche di spirito

I solchi nel volto, illuminati d’acqua acida

e di sofferenza ben presto

nostalgia, profumo di sua madre

e cipressi in primavera fiorita

Ma solo d’incanto.