L.123

 

Quante volte vita



Illusa di rinascita

siedo sul treno come su

una luminosa trepidazione.

Spighe di sole scrosciano,

ma mi riacciango

all’indolente corolla,

illusa di riposo.

Si appassiscono gli occhi,

fanno da meretrici le emozioni.

Aspettative disperate.