L.131

 

Scriverò



Scriverò di te sui muri di altre città

Anche se un amore così non si racconta.

Curiosi



Vorrei che ci guardassimo

come la prima sera in cui ci siamo incontrati,

tu sfrontato, io colpevole.

 

Vorrei che ci parlassimo

come la prima sera in cui ci siamo conosciuti,

tu curioso, voglioso, scocciato, io curiosa, silenziosa, impacciata.

 

Vorrei che ci incontrassimo

come non succede da un po’,

un po’ per caso, un po’ per speranza,

e guardandoci capire che

in fondo,

è ancora come la prima sera in cui ci siamo incontrati,

e parlandoci capire che

in fondo,

è ancora come la prima sera in cui ci siamo conosciuti.

 

.1



La stabilità uccide

la spinta creativa delle mie parole,

solo le emozioni drastiche e impertinenti

scuotono, quando non sono gentili,

l’arte della mia vita.

E mi domando se vale la pena

emozionarsi soffrendo

per ricordarmi che io

non sono nulla se non creatività.

E mi domando se vale la pena

emozionarsi ridendo

per ricordarmi che io

non sono nulla se non soffro.