L.152

 

Usciamo



Ragioniamo,
Pensiamo,
Viviamo,
Sopravviviamo;
Ma in fondo per cosa ?
Siamo alla continua ricerca di una gioia

Usciamo,
Balliamo,
Viviamo,
Sopravviviamo;
Ti ho vista ed eri bella
Così ti ho ricordata e ti ho amata.

Luna



Ti sei mai fermata a riflettere
Su quanto la luna
Sia bella certe sere
E le altre invece è solo
Un punto bianco nel vuoto?
Quasi come se non fosse importante
Quasi come se stonasse

Chi sono?



Vorrei essere una stella
la luce nella scura notte
e in veglia nascosto di giorno

Vorrei essere un’onda nel mare
tornare a bagnare la tua costa
pieno di luci e avventure di posti esotici da raccontare

Vorrei essere me stesso
ma senza paura
senza dubbi martellanti

Ma chi sarei io poi?
Vorrei essere io
con timori e incertezze
ma in grado di penetrarti comunque.

Addii



Ti parlo ogni istante,
Da solo,
In mente.

Ti cerco ogni istante,
Da solo,
Fra la gente.

Ti scrivo ogni istante,
Da solo,
Cancello quelle righe.

Ti perdo sempre,
Resto solo,
Come sempre.

Ricordo Assente



Ti ho vista
E mi hai colpito
Ti ho baciata
E mi hai stregato
Ti ho amata
E mi hai lasciato.

Ci sono giorni
Dove manchi di più
Ci sono giorni
Dove non manchi più
Ci sono giorni
Dove tutto è insopportabile.

Resto in Attesa



La notte guardo il mare
La luna ci si specchia dentro
E le barche oscillano;
Calma piatta
E il caos dentro.
In questo perfetto,
Calmissimo,
Stupendo marasma
Mi perdo
Mentre ti aspetto.