M.112

 

St. Petersburg



Sento le vibrazioni della solitudine sento il febbrile attaccamento alla vita -

in ogni altrove

penso alla rivoluzione

non di sangue ma d’amore -

un rosso prosciogliersi di calore

brucia il sacro confessionale

rigurgito di un costrutto sociale

ballo fino a fare a pezzi il peccato originale.