M.132

 

Persa



Quant’è dolce

A volte

Sparire.

Vediamo



La città attraverso una rete
Filtriamo la nostra mente
E produciamo profitti

Progresso che contribuisce
Alla rovina di questo pianeta.

 

Pensierosa



Il treno

Lo ascolto

Passare

Alle 5 del mattino

È tardi



Ho spento la musica
E il ventilatore
C’è silenzio ora
È quasi surreale

Vivere con



I piedi per terra

Ma le mani sul legno

Untitled 1



Ho fame

D’amore

Sete

Di attenzioni

Bisogno

Di qualcuno

Di mani da abbracciare

Di spalle da stringere

Per favore

Non farmi

Più male.

Bagnati



I miei occhi
Sembrano più verdi
Ora che luccicano
Bagnati di solitudine

Inquieta



Situazioni di imbarazzo
Gelosia senza coraggio
Struggimento
Pentimento
Una folata di vento
Confusione
Conclusione, non la trovo, cerco meglio
Scivolo dall’appiglio
Una goccia di vermiglio
Senza speranza
Un germoglio
Un groviglio, di rami
Proseguono alla cieca
Strada ormai bieca
Fuga senza meta
La mia mente inquieta