M.136

 

Eppure era felice



Se Christine dovesse piantarsi
una pallottola nel cervello
per ogni volta che associa l’intorno
a lui.
Morirebbe una città.

2 febbraio



Le terre promesse che vedo degli altri
non sono capace di ignorare
e mi ritrovo a piangere
l’agonia dell’uomo bambino
che debbo tacere di aver visto.

Recidiva



Se le formiche
solo sapessero
di esser formiche

costruirebbero aerei
e ignare dell’universo
al cielo sospirerebbero.

E se solo vedessero
laghi come mari
li salperebbero.

Lascerebbero
i loro pesi di briciole
i loro cunicoli di tane.

E in preda all’ inquieto del più
creerebbero altro da sé.

A



Il tuo specchio
non ha nulla a che vedere
con te, sono io che
mi ci sento dentro.

Se ti potessi scansare
mi faresti un favore
ma oramai l’ho appeso.



Tu porti quel pezzo di me da bruciare
non c’è pericolo che me ne possa distaccare
più sei distante e più so come non amare
più sei vicino, anche.

Tutto di questo è poco salutare
ma io di farTi ciao non riesco
quella t è una m,

scrivo male