M.151

 

Shiori Koi



giacere con la notte
immensa
non una sensazione

succede a notte fonda
manca il più piccolo spazio
nessun luogo dove poter vagare

ed è gioia estatica di essere noi
ai confini
tenebre solitarie e lampi scintillanti

e pure non comunico nulla
Le parole sono sabbia



Sono l’urlo nella tua mente
nelle tue ossa il sibilo
il gelo nelle tue vene
sulla tua pelle il brivido
il fresco sudore che ti veste
nelle tue lacrime, tempeste

Sono lava nelle tue sclere
nei tuoi polmoni il vuoto
il vincolo che carezza il collo
nell’anima tua il fuoco
delle ginocchia il crollo
nel cuore, il tuono



Labbra sul collo
Respiro liquido