M.18

 

Il risveglio



Estrai una costellazione di parole
delicate come le tue mani affusolate
dei tuoi denti il candore mi assicura
esime dallo spazio
mi saluta
il buon demone della Notte
l’efferatezza del Sole